10 Frasi con Dimissioni

Aforismi, citazioni e frasi con ‘Dimissioni’

Qui di seguito una ricca collezione delle più belle frasi con ‘Dimissioni’ che puoi scoprire su internet. Continua a leggere e decidi quella che ti soddisfa!

Non mi è mai passato per l’anticamera del cervello di rassegnare le dimissioni, soprattutto perché se per qualsiasi cosa la colpa è dell’allenatore allora resto per fare il capro espiatorio. (Massimiliano Allegri)
Qualcuno pensa che se ci sono degli irresponsabili, la responsabilità è del responsabile, cioè io. Capite bene che con tutta la buona volontà, non posso accettare una cosa del genere.[Sulle dimissioni da segretario del Pd, successive al disastro occorso durante le elezioni del Presidente della Repubblica del 2013] (Pier Luigi Bersani)
Non è intenzione di questo Governo [Renzi] chiedere dimissioni di Ministri o sottosegretari sulla base di un avviso di garanzia, ma eventualmente per motivi di opportunità politica. (Maria Elena Boschi)
Ho dato le dimissioni, ma le ho rifiutate. (Winston Churchill)
Sono d’accordo con il ricambio generazionale ma fatto con eleganza, non in questo modo.[Novembre 2013: sulle critiche di Barbara Berlusconi che hanno portato alle sue dimissioni dal Milan] (Adriano Galliani)
[Commentando le dimissioni di Hosni Mubarak, a seguito delle sommosse popolari in Egitto del 2011] Oggi è un giorno di grande gioia. Siamo tutti testimoni di un cambiamento storico. Condivido la gioia del popolo egiziano, con milioni di persone nelle strade dell’Egitto. (Angela Merkel)
Consegnando al teologo il foglio delle dimissioni, l’arciprete non più arciprete con tono parodiante, quasi cantando, disse: Io sono la via; la verità e la vita; ma a volte sono il vicolo cieco, la menzogna e la morte. (Leonardo Sciascia)
Quando il cittadino si rifiuta di obbedire, e l’ufficiale dà le dimissioni dal suo incarico, allora la rivoluzione è compiuta. (Henry David Thoreau)
Chiunque ripeta quattro volte che non darà le dimissioni, le darà. (John Kenneth Galbraith)
Nulla distingue la mia vita da quella della maggioranza delle altre persone. Casa avita, università, servizio nei ranghi meno prestigiosi, dimissioni, piccola cerchia di conoscenti, povertà dignitosa, piaceri modesti, occupazioni mansuete, desideri frugali: ditemi un po’ chi non conosce tutto questo? (Ivan Sergeevič Turgenev)