10 Frasi con Passavano

Aforismi, citazioni e frasi con ‘Passavano’

Qui di seguito abbiamo selezionato le più famose e bellefrasi con ‘Passavano’ che puoi leggere online.Condividi quella che ti piace di più.

Anche le cose tristi passavano, anche i dolori, le disperazioni, come le gioie, impallidivano, perdevano la loro profondità e il loro valore, fin che veniva un momento in cui non ci si poteva più ricordare cos’era stato a far tanto male. Anche i dolori sfiorivano ed appassivano. (Hermann Hesse)
Quant’è alta si disse, e poiché ad andarsene non pensava affatto, a poco a poco fu sospinto fino al parapetto dalla moltitudine crescente dei facchini che gli passavano davanti. (Franz Kafka)
La musica in Internet viene ascoltata in modo frettoloso. E allora mi è scattata la voglia di recuperare lo spirito di un tempo, quando ci si metteva con calma a sentire i brani che passavano in radio. (Luciano Ligabue)
[Su A Beautiful Mind] Quando vidi il film all’inizio m’irrigidii sulla sedia. Ma man mano che i minuti passavano ne ho apprezzato la componente di intrattenimento. Peccato che l’Oscar non abbia avuto alcun riflesso pecuniario su di noi perché eravamo già stati compensati. (John Nash)
Un uomo a cui passavano per la testa un sacco di idee rivoluzionarie, sino a quando Stalin non gli fece passare in testa anche un piccone. (Alfredo Accatino)
Gli anni passavano, la fortuna si nascondeva e la vecchiaia trovava loro. (Mauro Corona)
Le ricerche di questi ultimi cinquant’anni hanno stabilito che la maggior parte delle affermazioni dogmatiche che passavano come espressione della verità, non la contenevano. Ed è già qualche cosa, in mancanza del possesso della verità, aver ben riconosciuto i luoghi in cui non si trovava. (Roger Martin du Gard)
Tanti anni della sua esistenza li aveva sprecati alla finestra, a guardare le cose che passavano e quelle immobili. Ma in realtà, più che guardar fuori, ascoltava la vita dentro di sé. (Clarice Lispector)
Non sono mai stato autore di nulla, ho sempre pescato cose che passavano nell’aria. (Nicanor Parra)
Alcuni simpatici barboni circondati da fagotti e sacchi di plastica, seduti sulle panchine, si godevano il sole come nessuno dei tanti uomini d’affari che passavano in fretta e distratti davanti a loro. (Tiziano Terzani)