10 Frasi con Ventidue

Aforismi, citazioni e frasi con ‘Ventidue’

Guarda questa lista di frasi con ‘Ventidue’ che più di tutte ci hanno colpito e segnato profondamente. Eccole!

Rifarei un programma come Buona domenica, cantavo dal vivo con un’orchestra di ventidue elementi. Per un cantante è un’emozione bellissima. (Orietta Berti)
L’altro giorno la ragazza di ventidue anni che mi pettina mi ha detto Voglio tornare a Firenze: quando guardo il David di Michelangelo rimango a bocca aperta e non riescono a portarmi via. A me emoziona la bellezza, anche vista dagli altri. (Diana Bracco)
Erano venuti nell’Africa tropicale, quei begli abbozzi, per offrirgli la carne loro, ai padroni, il loro sangue, le loro vite, la loro gioventù, martiri per ventidue franchi al giorno (meno le ritenute), contenti, comunque contenti, fino all’ultimo globulo rosso concupito dalla decimilionesima zanzara. (Louis-Ferdinand Céline)
Ho visto desiderare di essere una fanciulla, e una bella fanciulla, dai tredici fino ai ventidue anni; e dopo questa età, di diventar uomo. (Jean de La Bruyère)
Per un anno, quando ne avevo ventidue, uno dei miei più cari amici fu un anziano signore di nome Bertie Landsberg. Tra noi c’era una differenza di sessant’anni. (Bruce Chatwin)
Di tutte le terre della terra, la Lombardia ha il primato del buongusto e dell’eufonia toponomastica. Saronno, Usmate, Inverigo, Lurago, Pizzighettone, Incasate, Buccinigo, Capiago, Busto Arsizio, Busto Garolfo: per Francesco Pelegatta li urli de’ conduttori alle ventidue fermate erano una nostalgica musica, la patetica o il minuetto boccheriniano. (Carlo Emilio Gadda)
Il successo è una funzione della perseveranza, della caparbietà e della propensione a impegnare ventidue minuti per trovare il senso a qualcosa che la maggior parte delle persone lascerebbe perdere dopo 30 secondi. (Malcolm Gladwell)
Ho cominciato a scrivere a ventidue anni e avevo intenzione di smettere prima dei sessanta per poi esaminare me stesso: quale vita ho avuto? Che tipo di persona sono stato? Che genere di scrittore? Ho smesso alcuni anni fa, a cinquantotto, e ora leggo molto e penso a queste cose. (Kenzaburō Ōe)
Era uno di quelli che si credono superiori perché sostengono che il calcio consiste in ventidue imbecilli che corrono dietro una palla. (Osvaldo Soriano)
Un’alta personalità della finanza in visita a Tirana saluta l’Albania ‘ventitreesima regione italica’. Le ventidue, di qua del mare, plaudono alla nuova sorellina. (Guido Sperandio)