11 Frasi con Delinquenti

Aforismi, citazioni e frasi con ‘Delinquenti’

In questa raccolta abbiamo selezionato le frasi con ‘Delinquenti’ più famose e belle che siano mai state scritte da grandi poeti, scrittori e personaggi storici.

Adesso i delinquenti sembrano tanti solo perché è aumentata l’informazione. Una volta ce n’erano di più, ma nessuno ne sapeva niente. Pensate che fino a pochi anni fa tutti quelli che uscivano per strada erano costretti ad andare in giro con le spade. (Luciano De Crescenzo)
[Sui manifestanti al G8 di Genova nel 2001] Sono drogati, pezzenti, bande di delinquenti che dovrebbero essere arrestati e tenuti in galera a vita. [dal Tg4 delle ore 16:05, 20 luglio 2001] (Emilio Fede)
I giovani delinquenti non hanno un avvenire sicuro. Possono ancora diventare persone perbene. (Stanislaw Jerzy Lec)
Gli ammalati sono le figure di Gesù Cristo. Molti sciagurati, delinquenti, bestemmiatori, vengono a capitare in ospedale per disposizione della misericordia di Dio, che li vuole salvi. (Giuseppe Moscati)
I bambini possono sembrare talvolta delinquenti innocenti che sono stati condannati non alla morte ma alla vita, senza tuttavia aver ancora appreso il contenuto del loro verdetto. (Arthur Schopenhauer)
La mafia nasce e si sviluppa con l’unificazione del Regno d’Italia. I delinquenti di Sicilia e quelli di Napoli furono associati al potere economico e politico del nuovo Stato, per favorirne la nascita. (Pino Aprile)
Gli avvocati sono gli unici delinquenti comuni i cui giudici, necessariamente, vanno scelti fra loro stessi. (Charles Caleb Colton)
La maggior parte dei delinquenti si trovano ad avere delle condanne come le donne si trovano ad avere dei figli. Hanno fatto la stessa cosa dieci, cento volte, senza risentirne alcuna conseguenza spiacevole: d’un tratto la scoperta, e dopo questa, la pena. (Friedrich Wilhelm Nietzsche)
Fanno meno danno cento delinquenti che un cattivo giudice. (Francisco de Quevedo)
Gli uomini divorziati che si risposano sono dei delinquenti passionali recidivi. (Jean-Paul Sartre)
Di norma, gli uomini sono stupidi, ingrati invidiosi, bramosi degli averi altrui; abusano della propria superiorità quando sono forti e diventano delinquenti quando sono deboli. (Voltaire)