200 Frasi con Preferisco

Aforismi, citazioni e frasi con ‘Preferisco’

Vedi qui di seguito le più belle e famose frasi con ‘Preferisco’ che siano mai state scritte.

Le nuove archistar sono il frutto dei nuovi linguaggi della comunicazione. Io preferisco cercare l’essenza del progetto. (Gae Aulenti)
Preferisco essere serena. Perché è lo stato d’animo in cui ti accorgi di tutto quello che vivi: adrenalina, ansia, intimità, piacere, dolore. La felicità dura poco e stordisce. Io voglio vivermi tutto fino in fondo. (Serena Autieri)
Gli uomini si dividono in due categorie: gli uomini che parlano di donne e gli uomini che parlano con le donne. Io di donne preferisco non parlare. (Gianni Agnelli)
Preferisco gli alimenti allo stato naturale ed è cosi che mi piacciono anche gli uomini. (Isabel Allende)
La Sacher? Non ne vado pazzo, a causa della marmellata… preferisco i bignè al cioccolato del Caffè Meletti di Ascoli, in piazza del Popolo. (Giovanni Allevi)
Preferisco andare ai battesimi piuttosto che ai funerali. (Giulio Andreotti)
La cosa che preferisco in assoluto è andare dove non sono mai stata. (Diane Arbus)
Sono cresciuta in una famiglia molto pudica in cui non ho mai visto mia madre nuda, se non per sbaglio. Da quando ho vent’anni preferisco il topless in spiaggia e vado in giro molto spesso nuda con mia figlia in casa. (Bianca Balti)
A Beethoven e Sinatra preferisco l’insalata, a Vivaldi l’uva passa che mi dà più calorie. (Franco Battiato)
[Preferiresti passare alla storia come cantante o come autore?] Come autore perché a tutt’oggi la mia attività più importante è quella di autore. Comunque preferisco non passare alla storia della musica. (Lucio Battisti)
Bambini? Preferisco cominciarne cento, che finirne uno. (Paolina Bonaparte)
Ho urlato così tanto quella notte [sul K2] nella mia disperazione che adesso non voglio avere più voce. La puzza del K2 la lascio a voi, io preferisco respirare. (Walter Bonatti)
Voglio evitare di legarmi in esclusiva. Preferisco sposare un progetto, piuttosto che una rete. (Paolo Bonolis)
Preferisco essere valutata per le riforme che per le forme. (Maria Elena Boschi)
Preferisco quelli che mi sfruttano a quelli che mi imitano. I primi hanno qualcosa da insegnarmi. (Georges Braque)
Piuttosto che vagheggiare un futuro vaporoso ed elusivo, preferisco curvarmi sui fantasmi di ieri senza che però mi impediscano di vivere l’oggi nella sua pienezza. (Gesualdo Bufalino)
Piedi di formaggio | anima caffettiera | mani che odiano le stecche da biliardo | occhi come graffette | preferisco il vino rosso. (Charles Bukowski)
Io ascoltavo e basta, preferisco rimanere un’impressione, preferisco le impressioni. Le impressioni emozionano. È inutile conoscere: molto meglio supporre. (Vinicio Capossela)
Preferisco spostarmi in autobus. (Carlo principe di Galles)
Bere, fumare e ascoltare blues sono le cose che preferisco in assoluto. Subito dopo ci metto fare l’amore. (Massimo Carlotto)
La poesia mi piace ma difficilmente mi avvicino ad un libro di poesie leggendolo dall’inizio fino alla fine; preferisco aprirlo a caso su una pagina e cogliere il significato naive che le parole riescono trasmettermi in quel momento. (Roberto Cavalli)
La vita ha spesso una trama pessima. Preferisco di gran lunga i miei romanzi. (Agatha Christie)
Preferisco essere odiato per ciò che sono, piuttosto che essere amato per ciò che non sono. (Kurt Cobain)
Sono single anche se mi piacerebbe incontrare una persona con cui condividere, però non voglio forzare la mano. Non ho la frenesia dell’accoppiamento, per cui preferisco aspettare. Mal che vada, c’è sempre il fai da te. (Carmen Consoli)
Mi piacerebbe aiutare questa regione che preferisco chiamare Lucania e non Basilicata. Vorrei avviare un nuovo tipo di turismo, che unisca le bellezze dei luoghi alla loro storia, alla cultura e alla prelibatezze alimentari. (Francis Ford Coppola)
Il parlar che io preferisco è quello semplice e schietto, sia che io scriva sia che io parli. (Michel de Montaigne)
La televisione non l’ho mai accesa, neppure quando la facevo. Preferisco guardare i miei pomodori crescere nell’orto. (Raz Degan)
Preferisco essere fedele a me stesso, anche a rischio di incorrere nel ridicolo, piuttosto che essere falso, e di sostenere la mia avversione personale. (Frederick Douglass)
Preferisco i mascalzoni agli imbecilli, perché a volte si concedono una pausa. (Alexandre Dumas figlio)
[Sulla fotografia] Ho fatto di tutto, ma preferisco il tipo di lavoro che ha a che fare con la condizione umana invece che con gli oggetti. (Elliott Erwitt)
Preferisco essere ignorante che avere la conoscenza del male. (Eschilo)
Preferisco stare in una tomba in Colombia che in una cella di prigione negli Stati Uniti. (Pablo Escobar)
[Laura Chiatti] L’ho incontrata a una festa. Ero ubriaco e le ho detto proprio quelle cose. Non l’ ho più rivista, avrà una vita da cinema e tronisti. Tanto io preferisco le ragazze punk. (Fabri Fibra)
Un attore può scegliere se lavorare di più, magari accettando anche ruoli meno belli, ed essere più visibile. Personalmente preferisco il contrario: meno lavori, ma di qualità. E meno visibilità per non stancare il pubblico. (Sarah Felberbaum)
La stupidità degli altri mi affascina, ma preferisco la mia. (Ennio Flaiano)
Non so gli altri… io preferisco avere una paga bassa, così quando mi saltano gli spettacoli ci rimango meno male. (Mr. Forest)
Preferisco gli errori dell’entusiasmo all’indifferenza del discernimento. (Anatole France)
Non ho mai raccontato una storia d’amore mia, perché raccontare i fatti miei può anche dare fastidio alla donna che sta con me, perché potrei correre il rischio di perderla: a questo punto preferisco perdere la canzone. (Rino Gaetano)
Preferisco organizzare un trekking in Uganda per andare a vedere i gorilla, piuttosto che partecipare a una festa a Ibiza. (David Gandy)
E se non lo trovo [un nuovo amore], non importa. Preferisco la libertà di rimanere per sempre a cercarlo che l’orrore di sapere che non esiste un altro che io possa amare come ne ho amato solo uno in questa vita. Sai chi? Te stronzo. (Gabriel Garcia Marquez)
Ho dovuto accettare il fatto che ero un alcolizzato, ed era la cosa più importante. Tuttavia cerco di non dire che sono un alcolizzato: preferisco dire che è una malattia che ho. (Paul Gascoigne)
L’aldilà preferisco non immaginarlo. Per non guastarmi la sorpresa. (Roberto Gervaso)
Preferisco essere un sognatore fra i più umili, immaginando quel che avverrà, piuttosto che essere signore fra coloro che non hanno sogni e desideri. (Kahlil Gibran)
Troppe volte sento dire: Preferisco non sapere. Troppe volte sento dire: Tanto non cambia nulla. Non è vero che non cambia mai nulla. Però costa fatica. Innanzitutto la fatica di conoscere, di sapere, di non rimanere all’oscuro. Ma sapere è un nostro dovere, oltre che un nostro diritto. (Mario Giordano)
Io preferisco l’emozione che corregge la regola. (Citazioni di Juan Gris)
Preferisco un nemico sincero a gran parte degli amici che ho conosciuto. (Ernest Hemingway)
Io preferisco pensare bene della gente, perché così mi risparmio un sacco di preoccupazioni. (Rudyard Kipling)
Poiché la legge proibisce di tenere in casa animali selvaggi e gli animali domestici non mi danno alcuna soddisfazione, preferisco non sposarmi. (Karl Kraus)
Preferisco essere considerato un evoluzionista che un rivoluzionario, uno a cui piace riformare le cose in modo costruttivo. I rivoluzionari puri non sono mai arrivati da nessuna parte, nemmeno nella moda. (Karl Lagerfeld)
Preferisco di gran lunga lo scrivere al recitare, perché si può farlo mollemente sdraiati su un divano, invece che correndo su e giù per una scala quattordici volte. Ma io sono una persona molto frivola e sono semplicemente attratto dall’idea di starmene lì seduto in modo molto bloomsburiano. (Hugh Laurie)
Preferisco essere in una tenda che in una casa. (Mary Leakey)
Preferisco le idee agli ideali. (John Lennon)
Preferisco subire ogni infamia e combatterla fino a quando avrò forza, anziché compiacere quella cricca di esseri deplorevoli che in cuor mio generano disprezzo. (Menotti Lerro)
Non mi piacciono le persone allegre a ogni costo. Preferisco allora quelle tristi a ogni costo, perché almeno c’è qualcosa di più reale: non è tutto bello. (Luigi Lo Cascio)
Per me il linguaggio è fondamentale. Ma ciò che mi entusiasma in un film non è fare una dichiarazione politica. Preferisco farla emergere dall’umanità dei personaggi. Come accade nella vita reale. (Sidney Lumet)
La cosa che più preferisco è quella di essere qualcun altro, non essere più solo me. (Andie MacDowell)
I vinti sono buoni e generosi. I vincitori cattivi ed egoisti. Preferisco i vinti: ma non potrei adattarmi alla condizione di vinto. (Curzio Malaparte)
Molti la chiamano Inter, io preferisco chiamarla Internazionale: un nome, un obiettivo.[Nel 2009] (Roberto Mancini)
Preferisco leggere o vedere un film piuttosto che vivere… nella vita non c’è una trama. (Battute di Groucho Marx)
Se non diventerò mai una movie star come Nicole Kidman o Julia Roberts, non importa. Preferisco la riservatezza. (Rachel McAdams)
Preferisco un vizio accomodante che una virtù ostinata. (Molière)
Dicono che il denaro non faccia la felicità, ma se devo piangere preferisco farlo sul sedile posteriore di una Rolls Royce piuttosto che su quelli di un vagone del Metrò. (Marilyn Monroe)
La verità è che sposarmi non mi interessa: non ho grande considerazione per il matrimonio e neanche penso sia garanzia di durata di un rapporto. È solo un contratto che già l’indomani puoi sciogliere. Preferisco convivere nel peccato, grazie. (Aldo Montano)
Preferisco utilizzare le energie per apprezzare la mia vita di oggi piuttosto che sprecarle nel timore di ciò che verrà. (Demi Moore)
Da noi i film sono catalogati per genere: commedia o dramma. In Francia, invece, esiste un genere indefinibile e che io preferisco, e che si situa tra i due estremi: Coeurs di Resnais, per esempio, è un film malinconico ma anche molto buffo. (Laura Morante)
Posso fare a meno di un motore | è troppo bello camminare | posso fare a meno di sapere | perché spesso preferisco immaginare. (Fabrizio Moro)
L’economia e il business m’interessano ben poco mentre adoro la musica, anche se ho un approccio selettivo. Trovo il rock e il pop sgradevoli e non amo compositori contemporanei quali Luciano Berio, al quale preferisco Vivaldi, Frescobaldi e Donizetti. (John Nash)
Nell’ombra della notte si ritorna soli. È l’ora che preferisco per viaggiare in bicicletta, al raggio delle stelle su la strada vuota, per la bianchezza della quale l’occhio vede da lungi sicuramente. Dove si corre? (Alfredo Oriani)
Da piccola sognavo l’abito bianco principesco, adesso non lo immagino. La vita ha così tante sfaccettature che preferisco lasciarmi stupire. (Giorgia Palmas)
Preferisco rappresentare il nulla piuttosto che, come fanno certi critici, scrivere a pagamento, a mò di parassita. (Alba Parietti)
Preferisco un uomo senza quattrini, piuttosto che quattrini senza uomo. (Plutarco)
La parte che preferisco del mio corpo è la bocca, perché è la cassa di risonanza della voce. (Lola Ponce)
Vi sono soltanto due tipi fondamentali di istituzioni: quelle che consentono un mutamento senza spargimento si sangue, e quelle che non lo consentono. […] Personalmente, preferisco chiamare democrazia il tipo di reggimento politico che può essere sostituito senza l’uso della violenza, e tirannide l’altro. (Karl Popper)
Io sono molto riservata e timida. Preferisco starmene sola piuttosto che in mezzo alla gente. Anche coi colleghi del cinema non ho molti rapporti. Mi piace stare con loro solo quando interpreto un film, ma una volta finito il lavoro, ognuno per conto proprio. (Giovanna Ralli)
Preferisco andare a un funerale che a un matrimonio. (Dino Risi)
Preferisco rischiare di diventare una perfetta sconosciuta piuttosto che continuare a fare qualcosa che non sentivo non appartenermi più. (Selen)
In battaglia a cosa servono le cartucce? Io preferisco portarmi dietro della cioccolata. (George Bernard Shaw)
Bevo molta acqua, circa due litri al giorno. Evito il caffè e preferisco sorseggiare succhi di frutta e tè verde. (Irina Shayk)
Cosa penso riguardo alle inclinazioni sessuali? Il mondo non si divide in gay ed etero, ma in quelli che scelgono fra la felicità e l’infelicità. Siamo tutti gay e latin lover, la questione è su ciò che uno preferisce. Io preferisco le donne. (Rocco Siffredi)
Adoro incidere dischi. Preferisco fare questo più di qualsiasi altra cosa. (Frank Sinatra)
Preferisco definirmi un esploratore piuttosto che designer. Il design è in stand-by per i prossimi vent’anni: ci sono altre priorità in quest’epoca di profonda barbarie. (Philippe Starck)
Fascista oggi equivale a sostenere le ragioni della dittatura. E io non me la sento. Ma non serve nemmeno dichiararmi antifascista. Preferisco pensare al futuro. [11 luglio 2003] (Francesco Storace)
Preferisco il ridicolo di scrivere poesie al ridicolo di non scriverne. (Poesie di Wislawa Szymborska)
Preferisco attendere fino alla morte piuttosto che affrontare una delusione. Che c’è di più bello dell’attesa di qualcosa che forse ci verrà incontro fra un anno, un’ora, un minuto? (Renata Tebaldi)
Preferisco di gran lunga leggere i versi degli altri, anziché i miei: li trovo più chiari. Un’ora di miei versi a voce alta è un inferno, e produce grandi chiazze brucianti di fronte alla mente. (Dylan Thomas)
Gasparri, io preferisco essere perdente ma libero… piuttosto che vincente, ma servo, come sei tu! (Nichi Vendola)
Non vivo mai il confronto con nessuno. Non avrei neppure il tempo di sentirmi in competizione. Preferisco concentrarmi sul mio lavoro e cercare di fare un buon prodotto. (Simona Ventura)
Gli stupidi dicono che imparano dall’esperienza, io preferisco imparare dall’esperienza degli altri. (Otto von Bismarck)
La risata e le lacrime sono entrambi risposte alla frustrazione e all’esaurimento. Io stesso preferisco ridere, dato che c’è meno da pulire dopo. (Kurt Vonnegut)
Preferisco avere una cosa subito, o sapere di non poterla avere così non ci devo pensare. Per questo certi giorni vorrei essere molto vecchio, così non dovrei pensare di invecchiare. (Andy Warhol)
Il Paradiso lo preferisco per il clima, l’Inferno per la compagnia. (Oscar Wilde)
Se fossi ambizioso, farei un duetto con Michael Bublé, ma alla fine preferisco starmene a casa a Los Angeles con il mio cane. (Robbie Williams)
Non pretendo di essere un gran leader, preferisco essere un gran democratico. (José Luis Zapatero)
Preferisco utilizzare le apparecchiature elettroniche al posto dei musicisti. Fanno meno errori. (Frank Zappa)
Preferisco ciò che ho a ciò che spero. (Sant’Agostino)
Del mio lavoro di regista preferisco la parte in cui ho a che fare con gli attori. (Darren Aronofsky)
Preferisco la realtà alla finzione. (Sir Richard Attenborough)
Preferisco mille volte un furfante astuto a un pio allocco. Forse il primo non rispetterà le regole del gioco, ma ha lo spirito. E quando trovi un uomo dotato di spirito c’è sempre speranza per il mondo. (Paul Auster)
Preferisco essere fortemente sbagliata che debolmente giusta. (Tallulah Bankhead)
Talvolta si cerca di apparire migliori di quello che si è. Altre volte si procura di sembrare peggiori. Ipocrisia per ipocrisia, preferisco la seconda. (Jacinto Benavente)
Quelli che ci governavano prima erano cattivi, quelli di adesso sono scemi. Io preferisco i cattivi perché almeno ogni tanto si riposano. (Roberto Benigni)
Preferisco essere il re dei bambini piuttosto che il principe degli stupidi. (Jack Black)
Preferisco il fast food. (Rocky Bridges)
Molti giudicano gli altri per le loro azioni. Io preferisco giudicarli per la loro inazione: per ciò che non fanno e che non hanno fatto, quando avrebbero potuto. (Alessandro Bruno)
Io preferisco sedere in basso, quando si sta bassi non è tanto pericoloso cadere. (Mikhail Bulgakov)
Preferisco piuttosto essere un fallimento in qualcosa che mi piace, piuttosto che un successo in qualcosa che odio. (George Burns)
Preferisco uno che sta sulle sue che uno che sta sulle mie. (Aldo Busi)
Preferisco piuttosto avere un cenno di saluto da un Americano, che una tabacchiera da un imperatore. (Lord Byron)
Io sinceramente perché sono infelice, insoddisfatta e preferisco ammazzarmi con le mani mie. (Antonio Caprarica)
Io mi sento lontano dagli uomini e dalle donne, la loro unione mi sembra piuttosto ridicola e preferisco la solitudine al matrimonio e il nulla alla paternità. (Albert Caraco)
Non ho sogni nel cassetto… preferisco tenerci la biancheria. (Pino Caruso)
Preferisco, perbacco, sbagliare con Platone… che aver ragione con costoro. (Cicerone)
Preferisco essere libero nella mia tomba che vivere come una marionetta o uno schiavo. (Jimmy Cliff)
Non mi interessa essere felice. Preferisco vivere nell’innamoramento, anche se sono consapevole di quanto possa essere pericoloso, poiché si ignora sempre ciò a cui si va incontro. (Paulo Coelho)
Se vado al cinema, preferisco un film che racconta la storia di un perdente. (Ethan Coen)
Joe: Vuol dire Che suona Quella musica moderna, il jazz?- Zucchero: già, il jazz caldo.- Joe: Ah Beh, a qualcuno piace caldo… Personalmente io preferisco il classico. (Tony Curtis)
Esistono due tipi di partenze: partire ‘da’ e partire ‘per’. Io preferisco il primo. È un gesto nobile: Non partenza, volo. (Marina Cvetaeva)
Io preferisco la fine del mondo, perché non ho paura, in quanto che sarò già morto da un secolo. (Marcello D’Orta)
Preferisco essere un finto qualcuno che una nullità! (Matt Damon)
Io sono amico degli operai, e preferisco esser loro amico che essere un operaio. (Clarence Seward Darrow)
Io sono un regista che non ama pensare, preferisco fare con le mie mani. (Anthony M. Dawson)
Benedetto Croce diceva che fino all’età dei diciotto anni tutti scrivono poesie e che, da quest’età in poi, ci sono solo due categorie di persone che continuano a scrivere: i poeti e i cretini. E quindi io, precauzionalmente, preferisco definirmi un cantautore. (Fabrizio De André)
Al Niente preferisco l’Inferno, se non altro per la conversazione. (Luciano De Crescenzo)
Fare piangere è meno difficile che far ridere. Per questo, teatralmente parlando, preferisco il genere farsesco. (Peppino De Filippo)
Preferisco stare con chi ruba nei supermercati piuttosto che con chi ha rubato per costruirli. (Francesco De Gregori)
Preferisco il libro al film, per il motivo della precedenza. Non succede che un libro sia tratto da un film. (Erri De Luca)
Io preferisco di più forgiare la mia anima che ammobiliarla. (Michel Eyquem de Montaigne)
Più vedo come son fatti gli uomini, e più preferisco i cani. (Madame de Staël)
Preferisco avere una goccia di fortuna che una botte di saggezza. (Diogene il Cinico)
Mi interessa una spiritualità esoterica, un Grande Tutto che veglia sull’universo, capace di cambiare il destino delle cose. Ma alla fine preferisco pensare che il destino lo controlliamo noi. (Xavier Dolan)
Non mi piace la prevedibilità: preferisco quando rimani senza parole e non hai la più pallida idea di chi sarà il prossimo a morire. (Aaron Douglas)
Io preferisco esplorare i momenti più intimi, i più piccoli dettagli cristallizzati su cui incardiniamo le nostre vite. (Rita Dove)
Preferisco dare la caccia ad alieni e omini verdi con le antenne… Non si fanno trascinare in tribunale. (David William Duchovny)
Preferisco essere ottimista e ingenuo piuttosto che un pessimista che ha ragione. (Albert Einstein)
Di’ al tuo corpo: preferisco avere uno schiavo che esserlo io di te. (San Josemaria Escrivà de Balaguer)
Preferisco fallire piuttosto di non avere la possibilità di provare. (Jon Favreau)
So essere quietamente infelice solo perché sono incapace di reazioni violente, le temo, preferisco restare immobile coltivando il rancore. (Elena Ferrante)
Non mi piacciono gli stereotipi. Preferisco odiare le persone per motivi più personali. (Benjamin Franklin)
Preferisco avere l’1% dello sforzo di 100 persone, che il 100% del mio proprio sforzo. (Jean Paul Getty)
Preferisco essere un sognatore tra i più umili, con visioni da realizzare, piuttosto che il principe di un popolo senza sogni né desideri. (Khalil Gibran)
Per capire davvero come funziona il mondo preferisco rifugiarmi nel linguaggio simbolico della fantasia. (Massimo Gramellini)
Preferisco avere il cuore spezzato piuttosto di fare del male a qualcun altro. (Josh Hartnett)
Piuttosto che affrontare i miei errori, preferisco sparire dentro me stesso. (Frank Herbert)
Preferisco pensare che Dio non sia morto, ma solo ubriaco. (John Huston)
Preferisco piuttosto essere esposto agli inconvenienti relativi alla troppa libertà che a quelli relativi alla troppo scarsa presenza della stessa. (Thomas Jefferson)
Preferisco scrivere storie positive. (Jean-Pierre Jeunet)
Preferisco ridere con i peccatori che piangere con i santi – i peccatori sono molto più divertenti. (Billy Joel)
Se essere sano di mente significa pensare che c’è qualcosa di sbagliato nell’essere diversi…. io preferisco essere completamente fottuta mentalmente. (Angelina Jolie)
Piuttosto di andare in palestra preferisco fare arti marziali, perché il tempo passa più in fretta. (Milla Jovovich)
Evito di guardarmi indietro. Preferisco un buon ricordo ai rimpianti. (Grace Kelly)
– Abba, in parlatorio c’è un mendicante e un ricco che è venuto a fare una donazione.- Fa’ entrare il mendicante. Preferisco un uomo senza denaro al denaro senza un uomo. (R. Kern)
Preferisco avere all’incirca ragione, che precisamente torto. (John Maynard Keynes)
Per questo preferisco di gran lunga l’autunno alla primavera, perché in autunno si guarda il cielo. In primavera la terra. (Søren Aabye Kierkegaard)
Non sono uno di quelli che non credono all’amore a prima vista, ma preferisco sempre dare una seconda occhiata. (Bruce Lee)
Fra tu e te, io preferisco usare come soggetto te. (Luciano Ligabue)
Preferisco imbattermi per caso in un minuscolo gioiello nascosto tra la cenere, che guardarne uno gigantesco nella vetrina di un gioielliere. (Yutang Lin)
Non dite: Preferisco la lingua all’uccello. Dite: Mi piacciono i piaceri delicati. (Pierre Louys)
Preferisco pensare alla scrittura come ad una testimonianza delicata, un gesto di affetto nei riguardi di una memoria che se ne va e muore anzitempo. Una esperienza che ti fa cambiare l’angolo dello sguardo, un arricchimento di prospettiva. Accompagnata forse da un infantile desiderio di seduzione. (Dacia Maraini)
Preferisco saper apprezzare quello che non posso avere, che avere quello che non sono capace di apprezzare. (Orison Swett Marden)
Preferisco iniziare una famiglia che finirne una. (Don Marquis)
Perdere una madre è come perdere il sole sopra la testa. È come perdere… preferisco fermarmi qui. (Yann Martel)
L’uso è la migliore prova. Io preferisco una frase che sia facile e spontanea ad una frase che sia grammaticale. (William Somerset Maugham)
Ai politici preferisco le zanzare: hanno più stile nel succhiarci il sangue. (Gianni Monduzzi)
Alla maggior parte delle persone preferisco dare ragione rapidamente prima di ascoltarle. (Montesquieu)
Preferisco dire una cosa non vera piuttosto che una menzogna, perché mi preme di più essere considerato onesto che sapiente. (San Tommaso Moro)
Preferisco non avere un Dio, che averne uno malvagio. (Guido Morselli)
Preferisco essere abbastanza matto per compiere delle pazzie, piuttosto che abbastanza stupido per credere a delle sciocchezze. (Andrea Mucciolo)
Se oggi si sta in ginocchio davanti a una persona, domani le si potranno mettere i piedi in testa. Rifiuto l’ammirazione di oggi per evitare le ingiurie del futuro. Preferisco sopportare la solitudine adesso, piuttosto che trovarmi ancora più solo negli anni a venire. (Sōseki Natsume)
Preferisco fare un film in meno che uno di cui vergognarmi. (Maurizio Nichetti)
Temo che un giorno io possa essere considerato un santo. Ebbene, perché si sappia, non voglio essere chiamato santo. Preferisco che mi si creda un pagliaccio. Anzi: sono un pagliaccio. (Friedrich Wilhelm Nietzsche)
Preferisco passare per folle o stupido, fino a quando le mie mancanze mi daranno piaceri e illusioni, che essere un saggio arrabbiato. (Orazio)
Preferisco una scimmia che mi diverte a uno scienziato che mi annoia. (Axel Oxenstierna)
Se non posso sedermi e mangiare dove voglio preferisco morire. Ci battiamo per i nostri diritti. (David Oyelowo)
Se non posso danzare allora preferisco morire. (Poi chiese che le portassero il costume de ‘Il Cigno’; tenendo il costume disse infine:) suonate quell’ultima battuta con garbo. (Anna Pavlova)
Preferisco vivere esperienze forti. (Joaquin Phoenix)
Gli abiti che preferisco sono quelli che ho inventato per una vita che ancora non esiste, per il mondo di domani. (Pierre Cardin)
Preferisco il teatro al cinema perché lo conosco di più ed ho più esperienza. (Amanda Plummer)
Preferisco non sapere come fanno gli attori oggi ad ottenere la parte in un film. (Christopher Plummer)
È un peccato giudicare una persona solo sulla base di quello che un giorno potrebbe diventare. Io preferisco di gran lunga concentrarmi su quello che è adesso. (Anna Premoli)
– Non è questione di coraggio. E’ che preferisco dormire.- E sognare.- Già: e sognare. (Raymond Queneau)
Preferisco piangere in Rolls-Royce che ridere su una bicicletta. (Patrizia Reggiani Gucci)
Io preferisco ammirare che invidiare. Preferisco collaborare che sabotare. Preferisco lavorare che rosicare. (Matteo Renzi)
Preferisco stare sul palco. Giro film, ma sono stato sul set per la maggior parte della mia vita. Non è solo questione di emozioni, ma anche di comunicazione. E’ la soddisfazione di dire qualcosa sulla condizione umana attraverso l’autore, con gli attori a fare da strumenti ed il pubblico da riscontro. (Jason Robards)
Il cinema ti dà più soddisfazioni, mentre la fiction potremmo definirla come un surrogato del cinema. Il Cinema è più completo: per budget, luci, scenografie… Lavori più col cuore che con la mimica, che invece ritroviamo di più nel teatro. Per questi motivi preferisco il cinema. (Andrea Roncato)
È un vero conflitto per me quando vado ad un concerto e scopro che qualcuno tra il pubblico è un Repubblicano o un Cristiano fondamentalista. Può offuscare il mio divertimento. Preferisco non saperlo. (Linda Ronstadt)
Preferisco credere che Dio non esista piuttosto che credere che sia indifferente. (George Sand)
Tutto ciò che io desidero non è possibile identificarlo e quindi preferisco dire che io voglio il sogno di una cosa. (Roberto Saviano)
Preferisco molestare con la verità che compiacere con le adulazioni. (Lucio Anneo Seneca)
Tra la verità che si sente dire e la verità che si vede, preferisco la verità silenziosa di ciò che viene visto. (Charles Simić)
La gente dice che la vita è la cosa genuina. Io preferisco leggere. (Logan Pearsall Smith)
Ecco perché preferisco non parlarne con gli altri. Non capirebbero, e io non sento il bisogno di spiegare, semplicemente perché il mio cuore sa quanto sia stato vero. Quando penso a te, non posso fare a meno di sorridere, perché sento che mi hai completato. (Nicholas Sparks)
Preferisco avere una mente aperta alle novità che una mente chiusa dai dogmi. (Gerry Spence)
Odio le ragazze nevrotiche. Le donne le preferisco distese. (Mirco Stefanon)
Preferisco morire adesso che vivere un altro giorno di questa morte… (Kristen Stewart)
Preferisco fare del buon sesso a casa e recitare tutta vestita. Si può essere sexy anche vestite. (Sharon Stone)
Preferisco essere amata da qualcuno che mi rispetta. (Jennifer Tilly)
Nel mondo di oggi, conta più l’immagine che l’essere. Io preferisco essere. Io, orco zio, quando guardo sotto il tavolo voglio trovare le mie gambe. (Giovanni Trapattoni)
Preferisco perdere un bel orecchino piuttosto che farmi vedere struccata. (Lana Turner)
Preferisco esser letto molte volte da uno solo che da molti una volta sola. (Paul Valéry)
In genere preferisco i film che pongono domande a quelli che danno delle risposte consolatorie. (Jaco Van Dormael)