21 Frasi con Delicata

Aforismi, citazioni e frasi con ‘Delicata’

Scopri qui di seguito le più famose e belle frasi con ‘Delicata’ che tu possa trovare.

Splenderà il sole com’era giusto, | sulle gambe bianche che sparivano nel verde | dell’acqua; e la nave costosa e delicata che certo aveva visto | con stupore un ragazzo che cade giù dal cielo | aveva la sua meta, e proseguì con calma la sua navigazione. (Wystan Hugh Auden)
Il nemico osserva bene se un’anima è grossolana oppure delicata; se è delicata, fa in modo da renderla delicata fino all’eccesso, per poi maggiormente angosciarla e confonderla. (Ignazio di Loyola)
Il cervello è davvero un oggetto dalla filigrana così delicata che qualsiasi falso mutamento nello stato emotivo è in grado di trasformare la condizione di altri milioni di circuiti inconsci. (Ian McEwan)
La natura dei popoli è prima cruda, poi severa, quindi benigna, appresso delicata, finalmente dissoluta. (Giambattista Vico)
Lo stile più semplice, e che conviene più comunemente usare, è di tutti il più difficile; come tra tutte le biade la più delicata è quella, che richiede dall’uomo il più di fatica e di studio. (Francesco Algarotti)
I pentiti sono merce delicata, delicatissima, sono loro che scelgono il giudice a cui confessare, non viceversa, sono degli sconfitti che abbandonano un padrone per servirne un altro, ma vogliono che sia affidabile. (Paolo Borsellino)
La delicata pioggia di lentiggini come polvere d’oro sulla pelle. (Cassandra Clare)
La poesia è il linguaggio ordinario elevato all’ennesima potenza. La poesia è un’ossatura di idee, innervata e irrorata di sangue dalle emozioni, il tutto tenuto insieme dalla delicata, dura pelle delle parole. (Paul Engle)
Quello che è comunemente chiamato amore è in effetti il desiderio di soddisfare un vorace appetito con una certa quantità di delicata carne umana bianca. (Henry Fielding)
Adoro l’ombra delicata di colei che vuole che io esista. (Mel Gibson)
Quando si bacia una donna sugli occhi, sopra le palpebre, si prova una sconcertante tenerezza, come se si baciasse il petto di un passerotto inquieto, di pelle fine e delicata, e con un cuore caldo e palpitante. (Ramón Gómez de la Serna)
Che gli uomini preferiscano le bionde è dovuto al fatto che, apparentemente, capelli chiari, carnagione delicata ed espressione infantile rappresentano l’apice di una fragilità che ogni uomo desidera violare. (Alexander King)
Preferisco pensare alla scrittura come ad una testimonianza delicata, un gesto di affetto nei riguardi di una memoria che se ne va e muore anzitempo. Una esperienza che ti fa cambiare l’angolo dello sguardo, un arricchimento di prospettiva. Accompagnata forse da un infantile desiderio di seduzione. (Dacia Maraini)
Quando quella costruzione bianca, bella e delicata aveva le finestre aperte, nel silenzio raffinato delle pareti tappezzate di libri si vedeva l’abitazione di uno studioso. Quell’abitazione e quella casa appartenevano all’uomo senza qualità. (Robert Musil)
Ringraziamento. Un’anima delicata è angustiata dal sapere qualcuno obbligato a ringraziarla; un’anima gretta, dal sapersi obbligata a ringraziare qualcuno. (Friedrich Wilhelm Nietzsche)
Mi chiedo perché gli uomini facciano i seri del tutto. Hanno questa cosa lunga e delicata che penzola fuori dai loro corpi e che va su è giù a suo piacere. Se fossi un uomo sarei sempre a ridere di me stesso. (Yoko Ono)
V’è una gelosia villana che è un diffidare della persona amata; v’è una gelosia delicata che consiste nel diffidare di sé. (Filippo Pananti)
Quando guardo te un momento,non ho più modo di parlare,ma la mia lingua resta muta, e di colpouna fiamma delicata scorre sotto la mia pelle,e con i miei occhi non vedo nulla,e le mie orecchie ronzano,e un sudore umido mi bagna,e un tremore mi prende dappertutto… (Saffo)
La fama è una questione delicata, ma se fa parte del lavoro troverò il modo di affrontarla. (Tom Everett Scott)
Dilegua l’eco della campana del tempio:persiste la fragranza delicata dei fiori.Ed è sera. (Tiziano Terzani)
Ella aveva qualcos’altro, una piccola sciocchezza di cui si rideva, un po’ di delicata nudità, e con questo nonnulla vergognoso e così potente aveva la forza di sollevare il mondo; da sola, senza operai, senza macchine inventate dagli ingegneri, aveva sconvolto Parigi e costruito quel patrimonio sul sonno di cadaveri. (Émile Zola)