45 Frasi con Biblioteca

Aforismi, citazioni e frasi con ‘Biblioteca’

In questa repertorio abbiamo scelto le frasi con ‘Biblioteca’ più famose e belle che siano mai state scritte da grandi poeti, scrittori e personaggi storici.

E mi ricordo, tra l’altre, che nella Biblioteca Ambrosiana, datomi in mano dal bibliotecario non so più quale manoscritto autografo del Petrarca, da vero barbaro Allobrogo, lo buttai là, dicendo che non me n’importava nulla. (Vittorio Alfieri)
Il mio rammarico è che non si è voluto continuare a indagare, a studiare il nostro lavoro, ad andare fino in fondo, a leggere, a soppesare i 120 volumi degli atti della Commissione, che tutti potrebbero consultare, che si trovano nella biblioteca della Camera. (Tina Anselmi)
La Biblioteca perdurerà: illuminata, solitaria, infinita, perfettamente immobile, armata di volumi preziosi, inutile, incorruttibile, segreta. Aggiungo: infinita. (Jorge Luis Borges)
Vivere nel mondo senza avere consapevolezza del suo significato è come vagabondare in una immensa biblioteca senza neppure toccare un libro. (Dan Brown)
Una biblioteca, dice Ralph Waldo Emerson, è un harem. E se fosse una polveriera? (Gesualdo Bufalino)
Ci sono cantanti a cui non si può credere | ci sono poeti che non si può raggiungere | qui tutti parlano e parlano | o peggio scrivono e scrivono | è cultura universale | o biblioteca comunale. (Adriano Celentano)
Quando la nostra società vuole catalogare i libri di una biblioteca, scoprire il sistema solare, o altre minuzie del genere, si serve dei suoi specialisti. Ma quando vuol fare qualcosa di veramente serio riunisce 12 uomini comuni. Se ben ricordo, il Fondatore del Cristianesimo fece lo stesso. (Gilbert Keith Chesterton)
Se presso alla biblioteca ci sarà un giardino, nulla ci mancherà.[Si hortum in bibliotheca habes, deerit nihil] (Marco Tullio Cicerone)
Il destino di molti uomini dipese dall’esserci o non esserci stata una biblioteca nella loro casa paterna. (Edmondo De Amicis)
Una volta un tale che doveva fare una ricerca andava in biblioteca, trovava dieci titoli sull’argomento e li leggeva; oggi schiaccia un bottone del suo computer, riceve una bibliografia di diecimila titoli, e rinuncia. (Umberto Eco)
C’è gente che eredita la fede, come eredita i terreni, il casato, i titoli nobiliari, il denaro, una biblioteca e il castello. Fede per censo, ereditaria. (Ennio Flaiano)
Non prestare mai libri, perché nessuno li restituisce; i soli libri della mia biblioteca sono quelli che mi hanno prestato. (Anatole France)
Distruggere nella letteratura l’«io», cioè tutta la psicologia. L’uomo completamente avariato dalla biblioteca e dal museo, sottoposto a una logica e ad una saggezza spaventose, non offre assolutamente più interesse alcuno. […] Sostituire la psicologia dell’uomo, ormai esaurita, con l’ossessione lirica della materia. [n.° 11] (Filippo Tommaso Marinetti)
Il diritto di spizzicare. È la libertà che ci concediamo di prendere un volume a caso della nostra biblioteca, di aprirlo, dove capita e di immergercisi un istante, proprio perché solo di quell’istante disponiamo. (Daniel Pennac)
E poi c’erano i libri. Goodie Whemper era stata una specie di topo di biblioteca fra le streghe. Ce n’erano più di dieci. (Terry Pratchett)
Lui mancarmi? Niente affatto! Ma era una bugia bella e buona. A Harry piaceva molto Hermione, ma non era come Ron. Ridevi molto meno, e passavi molto più tempo in biblioteca se Hermione era la tua migliore amica. (J.K. Rowling)
La mia biblioteca era per me un ducato grande abbastanza. (William Shakespeare)
Il World Wide Web ha le potenzialità per svilupparsi in un’enciclopedia universale che copra tutti i campi della conoscenza e in una biblioteca completa di corsi per la formazione. (Richard Stallman)
In questo momento della storia, lo scrigno della sapienza umana di tutta la biblioteca era il televisore. (Tom Wolfe)
Vediamo l’involucro che hanno, ma le anime delle cose sono chiuse, come una biblioteca la domenica. (John Ashbery)
Chiudendo alle sette, la Biblioteca Comunale non consentiva a nessun lavoratore di approfittare nel corso delle ore serali di quel pubblico servizio. (Giorgio Bassani)
Una biblioteca è una stanza di amici. (Tahar ben Jelloun)
Per quanto sia buono ereditare una biblioteca, è meglio crearne una. (Augustine Birrell)
Chi siamo noi, chi è ciascuno di noi se non una combinatoria d’esperienze, d’informazioni, di letture, d’immaginazioni? Ogni vita è un’enciclopedia, una biblioteca, un inventario d’oggetti, un campionario di stili, dove tutto può essere continuamente rimescolato e riordinato in tutti i modi possibili. (Italo Calvino)
Se accanto alla biblioteca avrai l’orto, nulla ti manca. (Cicerone)
Da piccolo avevo un sacco di brufoli. Un giorno, in biblioteca, mi sono addormentato. Al mio risveglio un cieco mi stava leggendo la faccia. (Rodney Dangerfield)
Quanta gente sulla cui biblioteca, come sulle fiale di farmacia, si potrebbe scrivere: ‘uso esterno’! (Alphonse Daudet)
Ho imparato tre cose importanti al college: come usare una biblioteca, come memorizzare rapidamente e visivamente, e come cadere addormentata in qualsiasi momento dati una superficie orizzontale e quindici minuti. (Agnes George de Mille)
La biblioteca di un uomo è una specie di harem. (Ralph Waldo Emerson)
Non va mai in biblioteca perché appena vi mette piede gli vengono delle emicranie terribili. (Fortebraccio)
Una città non è una città senza una biblioteca. Magari pretende di chiamarsi città lo stesso, ma se non ha una biblioteca sa bene di non poter ingannare nessuno. (Neil Richard Gaiman)
Ogni anziano che muore è paragonabile ad una biblioteca che brucia. (Amadou Hampaté Ba)
Bisogna sfogliare una intera biblioteca per fare un libro. (Samuel Johnson)
L’idea di istruzione è stata così legata alle scuole, alle università, ai professori, che molti presumono non ci sia altro modo per istruirsi, ma l’istruzione è disponibile a chiunque abbia a portata di mano una biblioteca, un ufficio postale, o anche un’edicola. (Louis L’Amour)
Mia madre voleva che facessi la sarta. Mio padre mi diceva: cosa li compri a fare tutti questi libri? La biblioteca è questa! – e mi faceva vedere la sua raccolta di Baroli d’annata. (Gina Lagorio)
Una biblioteca mi fa star male. (Friedrich Wilhelm Nietzsche)
Per scrivere un libro nel terzo millennio ci vuole una smisurata superbia. Basta entrare in una biblioteca comunale e guardare le vetrine di un cartolaio per capire che il mondo non ha bisogno di un volume in più. (Luigi Pintor)
Eccezioni – La figlia di un mio amico ha otto anni e legge un numero stupefacente di libri. Li acquista, se li fa regalare, li cerca nella biblioteca della scuola e del rione. La maestra le ha detto: ‘Leggi meno’. (Giuseppe Pontiggia)
La stampa non è più l’unico modo di riprodurre i libri. La loro lettura, tuttavia, non è cambiata, è la stessa come lo è sempre stata, sin da quando Callimaco amministrava la grande biblioteca di Alessandria. (Lawrence Clark Powell)
Poveretto l’uomo che ha un ristorante preferito per nutrire il suo corpo, senza una biblioteca per nutrire la sua mente. (Jim Rohn)
Dai resti di Voltaire mancavano il cuore e il cervello. Organi che vengono tolti nei casi di imbalsamazione, e che a Voltaire erano stati prelevati nella frettolosa sepoltura alla sua morte, anni prima. Il cuore è finito alla Biblioteca Nazionale di Francia, il cervello alla Comédie Française. (Guido Sperandio)
I libri non letti sono molto più preziosi di quelli letti. Una biblioteca dovrebbe contenere tutti i libri su argomenti sconosciuti che i nostri mezzi finanziari, le rate del mutuo e le difficoltà del mercato immobiliare ci consentono di acquistare. (Nassim Nicholas Taleb)
Se la bellezza è verità, perché le donne non vanno in biblioteca a farsi i capelli? (Lily Tomlin)
La biblioteca era la mia porta per l’altrove. (Jeannette Winterson)
L’unica porta aperta a tutti per raggiungere felicità e successo è quella della biblioteca pubblica. (Herman Wouk)