49 Frasi con Dispiacere

Aforismi, citazioni e frasi con ‘Dispiacere’

Scopri qui di seguito le più famose e belle frasi con ‘Dispiacere’ che tu possa trovare.

Quella ragazza è una delle forme di vita organica meno ottusamente inintelligenti che abbia mai avuto il dispiacere di non riuscire a evitare di conoscere. (Douglas Adams)
Forse la follia è soltanto un dispiacere che abbia smesso di evolversi. (Emil Cioran)
Di sbagli ne ho commessi. Per fortuna la memoria ti salva, perché cancella molti brutti ricordi. A volte penso che si avvicina il momento del congedo: la morte è una liberazione, il dispiacere è di lasciare le persone che ami. (Maurizio Costanzo)
Ogni danno lascia dispiacere nella ricordazione, salvo che l sommo danno, cioè la morte che uccide essa ricordazione insieme colla vita. (Leonardo da Vinci)
Signora, essendo di nuovo venuta meno, con mio vivo dispiacere, la speranza di impartire a voce altre lezioni di geometria a Vostra Altezza, mi auguro di potervi rimediare per iscritto. (Eulero)
Non si può biasimare lo appetito di avere figliuoli, perché è naturale, ma dico bene che è spezie di felicitá el non ne avere; perché eziandio chi gli ha buoni e savi, ha sanza dubio molto piú dispiacere da loro che consolazione. (Francesco Guicciardini)
Un altro modo per affrontare il dolore fisico e il dispiacere è dire a te stesso: «Ciò che sta accadendo non è altro che un minuscolo relitto galleggiante sul fiume del tempo». Quello che provi adesso non durerà. soffermati sul pensiero dell’eterna beatitudine, che sarà tua quando conquisterai la libertà interiore. (Kriyananda)
Compiere 30 anni ha fatto sì che finisse in me quella fase di carineria per cui non dici mai un no, non vuoi dispiacere a nessuno, non fai che compiacere. (Miriam Leone)
Quando parlo dell’Inter, parlo di tredici anni di vita. Non posso dimenticare tante cose piacevoli. Mi fa dispiacere invece quel distacco e non aver ancora capito il perché. Loro hanno dato delle giustificazioni futili, da autodifesa. Ma non hanno convinto nessuno. Non ho mai voluto replicare, non mi sembra il caso. (Gabriele Oriali)
Di recente abbiamo dovuto constatare con grande dispiacere che sacerdoti hanno sfigurato il loro ministero con l’abuso sessuale di bambini e giovani. Anziché portare le persone ad un’umanità matura ed esserne l’esempio, hanno provocato, con i loro abusi, distruzioni di cui proviamo profondo dolore e rincrescimento. (Papa Benedetto XVI)
Il dispiacere è la tranquillità ricordata nell’emozione. (Dorothy Parker)
E’ il carro del vincitore quello che attira, le ideologie non contano. Ho visto anche persone di statura scrivere pagine infelici della propria biografia. Ma il politico serio deve saper dire dei no, dispiacere ai propri elettori e accettare l’idea di non essere rieletto. (Oscar Luigi Scalfaro)
Lo spreco della vita si trova nell’amore che non si è saputo dare, nel potere che non si è saputo utilizzare, nell’egoistica prudenza che ci ha impedito di rischiare e che, evitandoci un dispiacere, ci ha fatto mancare la felicità. (Oscar Wilde)
Ove ‘l mettrete voi? ditel’ di gratia, dietro o dinanzi? io l’ vorrei sapere, perché farovi forse dispiacere se ne’l cul me lo caccio per disgratia. (Pietro Aretino)
Ogni compositore conosce l’angoscia e il dispiacere causato dal dimenticare idee che non si ha avuto il tempo di annotare. (Hector Berlioz)
L’eccessivo dispiacere ride. L’eccessiva gioia piange. (William Blake)
Penso che quando il dispiacere di avere cinquanta anni colpisce, si ha solo il desiderio di stare a casa e fare un bel pianto. (Alan Bleasdale)
Per poter mantenere il rispetto di te stesso, è meglio dispiacere alle persone col fare ciò che sai essere giusto, che compiacerli temporaneamente col fare ciò che sai essere sbagliato. (William John Henry Boetcker)
– Sapete cosa succede… Continui a fare quello che sei convinto di dover fare, anche se ti sembra del tutto assurdo. – Beh, certo, per noi programmi è così. – Non vorrei darti un dispiacere ma è quasi sempre così anche per noi creativi! (Jeff Bridges)
Uno dei miei pochi piaceri: dispiacere a chi non mi piace. (Gesualdo Bufalino)
Il preoccuparsi non ruba mai al domani il suo dispiacere, priva soltanto l’oggi della sua gioia. (Leo Buscaglia)
Ogni mattina il buon giornalista deve dare un dispiacere a qualcuno. (Benedetto Croce)
[rivolto a Peppino]- Antonio Caponi: Non mi far perdere il filo… vi consolate dal dispiacere che avreta, che avreta, che avreta, già è femmina e va al femminile, perché lo dovete lasciare.- Peppino Caponi: Non so… perché che?- Antonio Caponi: Che è non so? ‘Perché’ è aggettivo qualificativo. (Peppino De Filippo)
Sono riuscito a dispiacere universalmente e in maniera sempre nuova. (Guy Debord)
Le parole sono sia meglio che peggio dei pensieri, esse li esprimono, e si aggiungono a loro; esse danno loro potere nel bene e nel male; esse danno il via ad una lotta infinita, per l’istruzione, il conforto e la gioia, o per l’offesa e il dispiacere e la rovina. (Tryon Edwards)
Il dispiacere ci rende di nuovo tutti bambini, distrugge tutte le differenze intellettuali. Il più saggio non sa nulla. (Ralph Waldo Emerson)
Vivere è molto difficile, morire è sempre un dispiacere, e il concetto d’un Dio che aiuta ad affrontare le due imprese può dare un sollievo infinito: lo capisco bene. (Oriana Fallaci)
Spesso quando uno parte per andare lontano e poi torna, il maggior dispiacere non lo danno le cose che sono cambiate, ma il fatto che altre siano rimaste uguali, come se uno non fosse andato da nessuna parte. (Dakota Fanning)
L’età non diminuisce l’estremo dispiacere di vedere una pallina di gelato cadere dal cono. (Jim Fiebig)
Ogni dispiacere nevrotico ha questa natura: è un piacere che non può essere avvertito come tale. (Sigmund Freud)
Si diventa vecchi quando si incomincia a temere la morte e quando si prova dispiacere a vedere gli altri fare ciò che noi non possiamo più fare. (Antonio Gramsci)
Una propensione alla speranza e alla gioia è vera ricchezza; una alla paura e al dispiacere vera povertà. (David Hume)
La vanità dell’uomo è tale – disse un anziano – che, quando uccide, il suo maggior dispiacere è che non lo si sappia. (R. Kern)
Il piacere di dispiacere a chi si vuol far piacere. (Leo Longanesi)
Gli interessi della nostra vita sono così molteplici, che non di rado, in una stessa circostanza, le basi di una felicità che ancora non esiste sono piantati accanto all’aggravarsi di un dispiacere di cui stiamo soffrendo. (Marcel Proust)
L’istante in cui finisce un bacio è carico del malinconico dispiacere che connota un risveglio forzato. (Yukio Mishima)
Dispiacere e gioia dipendono più da ciò che noi siamo che da ciò che ci capita. (Multatuli)
Il dispiacere è meglio della paura. Perché la paura impoverisce sempre, mentre il dispiacere può arricchire. Il dispiacere è meglio della paura. La paura è un viaggio, un terribile viaggio, ma il dispiacere è almeno un punto d’arrivo. (Alan Paton)
Se vuoi dare un dispiacere a un tuo nemico, non offenderlo dandogli del falso, dell’effeminato, del vizioso, del buffone o dell’infame, ma comportati da uomo, con equilibrio e onestà, e tratta chiunque in modo imparziale e giusto. (Plutarco)
L’uomo onesto muore con dispiacere di molti. (Publilio Siro)
La vita è un processo di accumulazione. Noi accumuliamo il debito o il valore, il dispiacere o l’equità. (Jim Rohn)
Quel dispiacere che è foriero di gioia è preferibile alla gioia che è seguita dal dispiacere. (Saadi)
Custodisci bene dentro te stesso questo tesoro, la gentilezza. Impara a dare senza esitazione, come perdere senza dispiacere, come acquisire senza grettezza. (George Sand)
La punizione più grande per l’uomo perverso consiste nel dispiacere a sé e ai suoi. (Lucio Anneo Seneca)
Il dispiacere più acuto è riconoscere noi stessi come la sola causa di tutte le nostre disavventure. (Sofocle)
Molti attacchi di depressione non sono altro che l’espressione del dispiacere per dover essere virtuosi. (Wilhelm Stekel)
Un dispiacere puro e completo è impossibile come una gioia pura e completa. (Lev Tolstoj)
Non è l’esperienza di oggi che causa il maggior stress, è il dispiacere per qualcosa che non abbiamo fatto ieri. (Denis Waitley)
Nonostante la malattia, anche nonostante il dispiacere di Satana, uno può restare vivo a lungo dopo la solita data di disintegrazione se non ha paura del cambiamento, ed è insaziabile nella curiosità intellettuale, interessato nelle grosse cose, e felice in tanti piccoli modi. (Edith Newbold Jones Wharton)