56 Frasi con Ossa

Aforismi, citazioni e frasi con ‘Ossa’

Leggi una grande collezione di frasi con ‘Ossa’ e citazione famose che puoi condividere su Facebook e Whatsapp.

I film funzionano come il corpo umano: ci sono le ossa, i muscoli, l’epidermide; si lavora per strati. (Luc Besson)
Marty è pieno di sangue, no? ma sicuro. è di quello che siamo fatti noi? soprattutto di quello. di cosa soprattutto? soprattutto di sangue, ossa e dolore. (Charles Bukowski)
La morte, il teschio con le ossa incrociate, il memento mori […] voglion non soltanto ricordarci la vita futura, ma anche la vita presente. Col nostro spirito fiacco, empiremmo della nostra decrepitudine l’eternità, se non fossimo mantenuti giovani dalla morte. (Gilbert Keith Chesterton)
Ero una povera ragazza del sud che voleva fare questo lavoro con tutta se stessa. Facendomi le ossa su palchi sconosciuti ce l’ho fatta. E ho imparato cosa vuol dire recitare davvero. (Faye Dunaway)
Per fare il super eroe non dico che mi sono rotto le ossa, ma di sicuro mi sono ricoperto di lividi. Quando giri la stessa scena, in cui devi continuare a rotolarti, per una giornata intera, la sera inevitabilmente torni a casa ammaccato. (Chris Evans)
Se vorranno mettere una pietra su queste povere ossa, raccomando che vi si scrivano queste sole parole: non fu conosciuto Pietro Giordani. (Pietro Giordani)
La YouPorn addiction è la metafora perfetta della nostra disconnessione dalla realtà, per cui, invece di relazionarci con una donna in carne e ossa, preferiamo farlo con un’immagine. È il simbolo perfetto della nostra società: crediamo di essere connessi con tutti, ma poi non interagiamo con nessuno. (Joseph Gordon-Levitt)
Le ossa vogliono staccarsi, non rimarranno con noi. (Hermann Hesse)
Che me ne importava della torre, dei demoni, dello sperma e delle ossa e della polvere, mi sentivo libero perciò ero libero. (Jack Kerouac)
Un senso di mistero mi invase il cuore e la mente, quella percezione del mondo come una pelle sottile su organi e ossa sconosciuti. (Stephen King)
Nessuna quantità di pietre e ossa potrebbe produrre il tipo di informazioni che i dipinti [preistorici] hanno dato. (Mary Leakey)
Che cos’è il corpo se non una gabbia di ossa ricoperta da pelle e tendini? (Menotti Lerro)
– Proprio così, il paese è fatto delle ossa dei morti -. Aveva ragione, il vecchio, in tutti i modi, sia che lo si dovesse intendere in modo figurato e simbolico, sia che lo si dovesse prendere alla lettera. […] Qui, dove il tempo non scorre, è ben natu (Carlo Levi)
E ci siamo mischiati la pelle, le anime, le ossa, ed appena finito ognuno ha ripreso le sue. (Luciano Ligabue)
A volte lei sentiva le ossa scricchiolare quando alzava le gambe fin sulle spalle di lui, sentiva il risucchio dei baci, il suono, come di pioggia, di labbra e lingue, lo spandersi degli umori nel calore delle bocche, come se stessero mangiando un frutto che si scioglieva sotto la lingua. (Anaïs Nin)
– Che cos’è questa valle per una famiglia che viene dal mare, che non sappia niente della luna e dei falò? Bisogna averci fatto le ossa, averla nelle ossa come il vino e la polenta, allora la conosci senza bisogno di parlarne. (Cesare Pavese)
La fede è un apparato del mio corpo, come il sistema nervoso, come le ossa o il sangue: tu sai di avere tutti questi elementi ma non sempre li nomini. (Irene Pivetti)
Mina è la più grande di tutte, la migliore. E proprio per questo non può scomparire nel nulla. Ha l’obbligo di farsi vedere, sentire. Non bastano i suoi dischi. È lei in carne e ossa che vogliamo. (Nilla Pizzi)
Solo perché abbiamo sentito un urlo da far ghiacciare il sangue, tremare la spina dorsale e congelare il midollo nelle ossa non significa automaticamente che ci sia qualcosa che non va. (Terry Pratchett)
[Sulla sua malattia, osteomielite, un’infezione che sgretola le ossa e che le progura dolore a una gamba] Ormai è una parte di me, non lo vivo come un ostacolo. Ho deciso di parlarne solo per spronare gli adolescenti a sognare in grande, a osare come ho fatto io. (Natalia Titova)
Annamo via, tenemose pe mano. C’è solo questo de vero pe chi spera, che forse un giorno, chi magna troppo adesso, possa sputa’ le ossa che so’ sante. (Antonello Venditti)
Chi tende ad elevarsi dal basso verso Dio deve, nello stesso tempo, lasciarsi rimandare da Dio in basso: dalle pure idee e immagini a una verità che penetra nelle ossa e vi mette radice. (Hans Urs von Balthasar)
Ogni vero ricordo è ancora un richiamo, una verità che ci lavora nelle ossa, un febbrile atto di sfida al buio di domani. (Giovanni Arpino)
Non importa quanto grigia e squallida sia la nostra casa, noi gente di carne e ossa preferiamo abitare lí che in qualsiasi altro luogo, per bello che possa essere. (Lyman Frank Baum)
È la sconfitta che trasforma le ossa in granito; è la sconfitta che trasforma la polpa in muscoli; è la sconfitta che rende gli uomini invincibili. (Henry Ward Beecher)
Gli anziani sono fatti di carne e ossa e non possiamo rinchiuderli in un armadio e consegnare la responsabilità di aver cura di loro allo stato. (Simon Callow)
Il cinema è solo una moda passeggera. È il dramma in lattina. Il pubblico vuole vedere attori in carne ed ossa sul palcoscenico. (Sir Charlie Chaplin)
Promossi al rango di incurabili, siamo materia dolente, carne urlante, ossa rose da grida, e i nostri stessi silenzi non sono che lamenti strozzati. (Emile Michel Cioran)
Poco gli importò che il suo collo fosse tra le fauci dell’animale. Sembrava che tutto stesse capitando a qualcun altro. Lui era lontano mille miglia. Ebbe un istante di sorpresa quando sentì le ossa del collo spezzarsi con un forte scricchiolio… Poi il buio. Il nulla. (Michael Crichton)
I baci spingevano dai talloni puntati nella sabbia. Risalivano le vertebre fino alle ossa del cranio, fino ai denti. Ancora oggi so che sono il più alto traguardo raggiunto dai corpi. Da lassù, dalla cima dei baci si può scendere poi nelle mosse convulse dell’amore. (Erri De Luca)
La verità, scheletro delle apparenze, vuole che ogni uomo, chiunque sia, pervenga un certo giorno e una certa ora, a toccare le proprie ossa eterne in fondo a qualche piaga passeggera. Ciò si chiama conoscere il mondo, e l’esperienza è un tale prezzo. (Alfred de Musset)
Aveva sempre desiderato di diventare pulviscolo quantico, trascendere la massa corporea, i tessuti molli che ricoprono ossa, muscoli e grasso. L’idea era di vivere oltre i limiti prestabiliti, in un chip, su disco, sotto forma di dati, in un vortice, in uno spin radiante, una coscienza salvata dal vuoto. (Don DeLillo)
Il dottorato in filosofia medio non è null’altro che il trasferimento di ossa da un cimitero all’altro. (James Frank Dobie)
Ossa del cazzo! Son di nuovo ritornatoLo scapolo più felice del creato. (Re Enrico VIII d’Inghilterra)
Le donne non si rendono conto di quanto gli uomini fanno assegnamento sulla regolarità delle loro abitudini. Noi assorbiamo nei nostri corpi i loro andirivieni, nelle nostre ossa i loro ritmi. (Louise Erdrich)
Non bisogna mai fare società con i più forti e i più furbi perché il debole o l’ingenuo ne uscirà sempre con le ossa rotte. (Fedro)
Possiamo difendere il nostro io finché vogliamo, ma basta una sola impronta di un’altra persona in carne e ossa per ricordarci i rischi eternamente interessanti delle relazioni autentiche. (Jonathan Franzen)
Girava dappertutto chiedendo elemosine con un piattino di rame. Gli davano molto, ma lui voleva di più, perché il tempio doveva avere una campana i cui rintocchi riportassero a galla gli annegati. Supplicò tanto, che perse la voce. Le sue ossa cominciarono a riempirsi di rumori. (Gabriel García Márquez)
Anche il calcio delle nostre ossa e il ferro del nostro sangue sono il prodotto della fine esplosiva delle supernovae. (Margherita Hack)
Facciamo una cosa: rompetevi le ossa e quello che resta in piedi lo lascio vivo… su, datevi da fare! (Terence Hill)
Non vi è nulla come i sogni per creare il futuro. Utopia oggi, carne ed ossa domani. (Victor Hugo)
Io rispetto il campo di battaglia, macchiato del loro sangue, e il sangue dei barbari. Tali marchi onorevoli sono già stati spazzati via dalle piogge, ma gli alti monumenti delle loro ossa, le ossa di generali, di centurioni, e di guerrieri valorosi, chiedono di durare per un più lungo periodo. (Libanio)
A dispetto di tutti, io calpesterò ancora, e più d’una volta, questa nostra terra. E vi camminerò, in carne e ossa, come per il passato, principe o contadino, sapiente o stupido; a volte sulla vetta della scala sociale, a volte stritolato dalla ruota del destino. (Jack London)
Uno, non toccare le lancette. Due, domina la rabbia. Tre, non innamorarti, mai e poi mai. Altrimenti, nell’orologio del tuo cuore, la grande lancetta delle ore ti trafiggerà per sempre la pelle, le tue ossa si frantumeranno, e la meccanica del cuore andrà di nuovo in pezzi. (Mathias Malzieu)
Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che siete simili a sepolcri imbiancati, belli di fuori, ma pieni dentro di ossa di morti e di ogni sporcizia! (San Matteo evangelista)
Quando racconti dei fatti tratti da storie vere e relativi a persone in carne ed ossa, la responsabilità e l’onere di farlo correttamente sono enormi. (Tom McCarthy)
La Chiesa ha la testa in cielo, ma i piedi sulla terra. Il suo altare poggia sulle ossa dei martiri e su di una cassaforte. (Roger Peyrefitte)
Un tremore nelle ossa può fornire una testimonianza più convincente delle deduzioni documentate a secco dal cervello. (Llewelyn Powys)
Comprese fino in fondo il destino tremendo di chi è costretto a vivere, giorno dopo giorno, la vita che segna la pelle, che crepa le ossa, che sbriciola il respiro e gratta l’esistenza. Giorno dopo giorno, per sempre. (Ugo Riccarelli)
Le ossa sono la cassa di risonanza dei nervi, i genitali sono la cassa di risonanza del cervello. (Arthur Schopenhauer)
[La matematica], questo tempio tranquillo dalle ossa forti, questo miracolo di stabilità da cui è tuttora sorretta la nostra incorruttibile forma. (Leonardo Sinisgalli)
Fredda la mano e il cuore e le ossa, freddo anche il sonno è nella fossa: mai vi sarà risveglio sul letto di pietra, mai prima che muoia il Sole e la Luna tetra. (J.R.R. Tolkien)
Anche io sono un uomo, di carne ossa e cartilagine. (Totò)
L’uomo è fatto di carne e di ossa, e di una fibra miracolosa detta coraggio. (Pietro Trabucchi)
La concentrazione si sposa alla pazienza, alla capacità di attendere. Si tratta di leggere il mondo come un libro, compenetrandosi con esso. Sentirlo nelle ossa e interpretarne i segnali, fino a trovare l’attimo, l’unico in cui colpire efficacemente. (Licia Troisi)
I genitori sono le ossa su cui i figli affilano i loro denti. (Peter Alexander Ustinov)